Pubblicato da: giulyg78 | 28 settembre 2015

Donne

donneCredo che questo sia il primo libro di Andrea Camilleri che mi ha lasciata insoddisfatta. Non tanto per la prosa, sempre accattivante. Non per lo stile, inconfondibile. Non per i racconti, ognuno con la sua peculiarità. Ma per la sensazione che sia stato un libro non ideato, pensato e scritto per voglia dell’autore, ma per fini commerciali. Ritengo che in molte altre occasioni l’autore abbia dimostrato di saper fare di meglio, di mettere l’anima nel suo lavoro. Qui no. Anche se condivide con noi esperienze e ricordi intimi, è come se rimanessero asettici, sospesi, senza riuscire a trasmetterci davvero l’emozione che li ha generati.

“Questo libro è un catalogo delle donne, realmente esistite nella Storia o create dalla letteratura, altre conosciute e altre ancora di cui m’hanno raccontato. Esso non ambisce ad essere un trattato sulle donne. Ho semplicemente voluto trasferire dalla memoria alla pagina un fatto, un incontro, una storia, l’impressione di una lettura. Gli incontri personali sono così lontani nel tempo che credo possa valere per essi la prescrizione. Sinceramente non avrei mai pensato di pubblicare un libro così intimo sulla figura della donna, ma altrettanto sinceramente non avrei mai pensato che in Italia nel 2013 fossimo costretti a varare una legge contro il femminicidio.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: