Pubblicato da: giulyg78 | 21 febbraio 2010

La quinta vittima

Thriller davvero ben scritto. Buono l’intreccio della trama, ben congegnata e sviluppata. Ricco di colpi di scena che avvincono: Invernici li ha ben distribuiti in tutto il plot narrativo in modo da non sopraffare il lettore nella prima parte del romanzo nè da lasciare ogni mistero celato sino all’ultima pagina. I personaggi sono tutti ben descritti, psicologicamente delineati, ma con una nota oscura o misteriosa che viene svelata mano a mano che si procede nella lettura. Mi ha colpito lo stile in alcuni tratti crudo e quasi brutale, ma mai nauseante. L’autore ha strutturato abilmente passaggi e tematiche anche quelle più abominevoli. Unica pecca: ho avvertito una dissonanza nel linguaggio utilizzato da alcuni personaggi nella situazione di “vita reale-lavorativa” rispetto a quello utilizzato durante le “chat”. Mi sembra inverosimile o quantomeno strano che ad esempio un pubblico ufficiale parli un italiano corretto, grammaticalmente e sintatticamente e poi scriva in modo totalmente sgrammaticato; e non mi riferisco alle semplici abbreviazioni che vengono usate nel gergo dei cybernauti ma proprio all’errore ortografico. Ma anche questo particolare non toglie niente a quello che è davvero un thriller di cui vale la pena leggere ogni pagina. Col fiato sospeso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: